11a Deejay Ten 2015 – Milano

Medaglia Deejay Ten 2015

Medaglia Deejay Ten 2015


Tutto è cambiato all’ultimo. Ma alla fine: è stata una bellissima gara.

Mi ero iscritto dando per scontato che tutto il #TheSarzanasRunningTeam si sarebbe iscritto. E invece no. Solamente io 🙂

All’inizio ero sconsolato, ma ho scoperto solo successivamente che Stefano avrebbe fatto il pacer e Matteo avrebbe corso con me. Meglio di niente, in realtà.

Poi venerdì: Stefano mi dice che non ha voglia di venire e Matteo ha troppi impegni per riuscire a farcela. Di nuovo da solo. Contatto qualche mio amico ed alla fine Stefano Lionetti decide di partecipare con me a questa caotica ma bella 10km per questa domenica milanese.

Decidiamo di trovarci direttamente in Duomo cerchiamo di infilarci entrambi nella seconda wave nonostante lui avesse il pettorale per la terza. Nel frattempo mio fratello Stefano si è riunito al gruppo dei pacer della prima ondata per guidare i runner a 4’30″/km.

C’è anche Michele Checchia, degli Spilli nel Ginocchio, che farà a sua volta da pacer nella seconda ondata per andare a 5’00″/km.

Con una breve intesa sia io che Stefano siamo d’accordo sul mantenere un passo vicino ai 5’30″/km. Una cosa tranquilla.

Pronti, via!

È facile riconoscersi perché in mezzo al mare di maglie gialle io indosso la solita canottiera verde e lui una maglia azzurra. Ci voltiamo di volta in volta per controllare di essere sempre uno affianco all’altro.

L’inizio è arduo, si passa per Corso Vittorio Emanuele, dove è difficile stipare tutti runner. Il passo è lentissimo, anche 7’30″/km ma sapevo già che sarebbe stato così. Quando passiamo il primo chilometro a 6’16” penso che dobbiamo obbligatoriamente aumentare e cercare di sopravanzare il più possibile per non rimanere imbottigliati.

Il secondo è molto più veloce: 5’16”. Si entra in via Manzoni passando sotto le porte e sento urlare il mio nome. È Michele che con il gruppo dei pacer si trovava dietro di noi pur andando più veloce.

Il centro di Milano è stupendo per correre. Se questo è un pro però, il contro è ovviamente il fatto che i primi 5km si percorrono quasi esclusivamente sul pavé.

Difficile mantenere il ritmo costante, soprattutto se ci aggiungi il fatto che devi superare decine e decine di corridori che si sono messi davanti in griglia pur correndo ad una velocità inferiori.

Ma va bene così, superare dei runner dona sempre nuova energia. Passiamo da Cadorna, una piccola salita, una breve discesa e poi il ristoro.

Al 6° chilometro guardo per la prima volta il cronometro e mi stupisco: passo medio 5’19″/km. Guardo Stefano e glielo comunico. Stiamo spingendo veramente!

Se fossi stato da solo probabilmente nei chilometri successivi avrei provato la tentazione di rallentare, riprendere fiato. Invece grazie alla compagnia ci siamo sempre dati una sorta di cambio, superando il runner davanti a noi e costringendo l’altro a rincorrere ed aumentare il passo.

Conciliazione, poi Corso Sempione. Riconosco gli ultimi tratti della Stramilano.

Aumentiamo ancora, Stefano davanti a me.

Sfrecciamo di fianco all’Arena Civica.

So che c’è un’ultima curva, ma non so dove sia situato il traguardo.

Svolta a destra, sono davanti io. Anche se distaccati da qualche metro, Stefano mi affianco e spingiamo ancora.

Sento l’istante di vomitare per lo sforzo e per i battiti altissimi di quest’ultimo chilometri. Il Forerunner225 suona i 10km. Mancano ancora 200 metri.

Spingi spingi spingi.

Vedo Stefano e Michele con tutti i pacer incitare i corridori. Un mio sorriso.

Sì perché sono contentissimo della prestazione. Passiamo insieme sotto al traguardo e guardo il cronometro.

53 minuti e 13 secondi. 5’12″/km. E andiamo!

Un cenno di intesa con Stefano, soddisfatto anche lui!

È tempo di andare a prendere la medaglia e godersi un’altra bella gara portata a termine.

#TheSarzanasRunningTeam #GoHardOrGoHome #OneMoMile

 

Filippo

Filippo

Filippo “Probo” Sarzana. IV del suo nome. Finge di essere un runner professionista comprando gli accessori più disparati ma continua a faticare ad abbattere il muro dei 5′ al KM.

You may also like...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *